domenica 10 giugno 2012

SUBBUTEO

Una grande passione degli amanti del calcio e del calcio inglese è il Subbuteo (che infatti è famosissimo e ha forte diffusione proprio in Inghilterra e Italia), il calcio da tavolo, che rievoca un pò di nostalgia che però non passa mai di moda nonostante le nuove generazioni siano quasi completamente assorbite dalle simulazioni di gioco del calcio dei videogames!

Dopo aver effettuato una grande e scrupolosa ricerca, andiamo a vedere come l'Ipswich Town appunto è stato raffigurato in questo gioco...

Il Subbuteo nasce da un' idea di Peter Adolph in Gran Bretagna nel 1947. I primi omini erano di cellulosa e i blues erano la referenza numero 17.

Dall' inizio degli anni 60 le miniature iniziarono a essere prodotte in plastica e dipinte a mano (originally HW - Heavy Weight) e la squadra del Suffolk viene prodotte sempre con la stessa referenza (n.17)

A partire dal 1966, anno in cui proprio l'Inghiterra ospitava i mondiali di calcio, vennero prodotte le classic HW, miniature divenute poi un vero must soprattutto per l'espandersi del gioco (soprattutto proprio qui da noi in Italia). Il Town fu rappresentato negli anni da tre differenti referenze: n.2, n.42 e n.219.

Dall'inizio degli anni 80, la Waddington Games ha iniziato a produrre miniature più leggere le LW (Light Weight) appunto, prodotte in grosse quantità e col tempo non più dipinte a mano ma a macchina vista la grande produzione e l'esportazione del gioco in tutto il mondo. Le maglie delle squadre iniziano, con l'avvento degli sponsor, a cambiare sempre più frequentemente e i tractor boys vengono presentati in ben 10 differenti referenze nei successivi 15 anni:
nell'orine da sx: n.2, n.47(away), n.119. n.219 e n.247(away). 

n.361(81/84), n.496(81/84 away), n.595(84/86), n.781(1992/94) e sempre n.781(94/96).

A cavallo degli anni 90/2000 la Waddington Games non produce più il tanto amato Subbuteo, che per gli anni successivi vinene distribuito da Hasbro (che non produrrà nessuna referenza per l'Ipswich) e inizia il declino del gioco inteso solo come Subbuteo che dal 2003 cessa ogni produzione, sopraffatto dai videogames...

In Italia Edilio Parodi, che da sempre è stato l'importatore unico del subbuteo, da grande amante del gioco inizia a produrre Zeugo (gioco in genovese) apportando alcune migliorie alle miniature ma rendendo il gioco troppo moderno. Zeugo è tutt'ora esistente.
miniatura Ipswich Town Zeugo (2009/11)


Senza monopolio Subbuteo, che diventa ormai "solo" calcio da tavolo, in molti nel mondo si mettono a produrre miniature tutte regolamentari e rispettose degli standard imposti dal regolamento.
Ecco alcune miniature Ipswich reperite dalla rete:

home 2001/03 e away 2002/04

miniatura HW soccer3D riproduzione dell'Ipswich anni 60

Durante tutti questi anni però gli amanti del Subbuteo non hanno mai cessato di giocare e non hanno mai abbandonato la loro passione; in commercio si trova ancora Subbuteo originale grazie ai collezionisti e ai giocatori che non hanno mai smesso di amare questo bellissimo gioco.

Nel 2010 il marchio Subbuteo è tornato in edicola con la collezione di Fabbri editore "Subbuteo la leggenda", ancora in produzione, mentre proprio in questi giorni torna ad essere distribuito ufficialmente il marchio Subbuteo rilevato da Netcam (gia produttrice del Total Soccer) in Inghilterra.
Questo a testimonianza che aldilà della modernità e della produzione o meno di esso, finchè ci saranno gli appassionati, il Subbuteo non morirà mai!

Vi segnaliamo un sito di un negozio (a Milano) che per noi è il top per il Subbuteo; contattate o andate a trovare il mitico Michele che vi saprà consigliare e accontentare e non rimarrete delusi!


ITFCIB

Nessun commento:

Posta un commento